When the traveler sat down on the sand

and said,

“There is nothing else to see”,

he knew that it was not true.

You need to see what you have not seen,

see again what you have already seen,

to see in spring what you have seen in summer,

to see in the morning what you have seen at night,

with the sun ,

where the first time it rained,

see the green harvests,

the ripe fruit,

the stone that has changed its place,

the shadow that was not there…

Quando il viaggiatore si è seduto sulla sabbia
e ha detto: “Non c’è altro da vedere”,
sapeva che non era vero.
Bisogna vedere quel che non si è visto,
vedere di nuovo quel che si è già visto,
vedere in primavera quel che si è visto in estate,
vedere di giorno quel che si è visto di notte,
con il sole dove la prima volta pioveva,
vedere le messi verdi,
il frutto maturo,
la pietra che ha cambiato posto,
l’ombra che non c’era.

Josè Saramago